Aleteia

Un bambino salva il padre da un incidente e attribuisce il merito agli angeli

Condividi
Commenta

A 8 anni è riuscito a sollevare miracolosamente la macchina che era caduta sul papà schiacciandolo

Il 30 luglio scorso, nello Stato dell’Idaho (Stati Uniti), un bambino di 8 anni ha salvato la vita del padre dopo che una macchina sulla quale stava lavorando è caduta e ha schiacciato il corpo dell’uomo.

Il piccolo J.T. Parker, il fratello 17enne Mason e il padre Stephen stavano lavorando nel cortile della loro casa di Sugar City quando si è verificato l’incidente.

J.T. ha preso subito il cric e ha cercato di alzare la macchina. Mason era rientrato in casa qualche minuto prima dopo essersi tagliato una mano, e il bambino era quindi l’unico che potesse aiutare nell’immediato.

“Non riuscivo a muovermi”, ha ricordato Stephen. “Ero completamente bloccato. Era tutto nelle mani di J.T., ma ho pensato: ‘Non c’è niente da fare. Non riuscirà a sollevare la macchina, perché la prima volta che l’abbiamo fatto ci siamo voluti io e mio figlio 17enne’”.

“Non pensavo di riuscirci, ma ho comunque provato”, ha spiegato J.T..

Il padre dice di non ricordare nulla di quegli istanti. “Solo una sensazione di pace. Ricordo di aver visto tutto chiaro, come in una bella giornata. C’erano le nuvole che si muovevano e tutto era allegro e pacifico”.

Dopo aver sollevato la macchina, J.T. è corso a cercare Mason, che ha chiamato il 911, il numero delle emergenze. Quando sono arrivati i soccorsi è stato verificato che Stephen aveva solo 13 costole rotte.

“È tutto quello che hanno trovato. Nessun organo interno è stato danneggiato. È stato un miracolo”, ha commentato Stephen, che è tornato a casa dopo due giorni.

Una settimana dopo, i genitori di J.T. hanno registrato un video mentre chiedevano al figlio di alzare nuovamente la macchina, ma il bambino non ci è riuscito. Quando gli è stato chiesto come pensava di averlo fatto il giorno dell’incidente e dove avesse trovato la forza, J.T. ha risposto semplicemente: “Gli angeli”.

“Crediamo che mio nonno e mia sorella, entrambi defunti, lo abbiano aiutato”, ha detto Stephen.

La Croce Rossa Americana del Greater Idaho ha selezionato J.T. come uno dei “Veri Eroi dell’Est Idaho” del 2017.

“Tutta questa faccenda è un miracolo. Non c’è altro modo per descriverlo”, ha affermato Jodi, mamma del bambino e moglie di Stephen. “Non c’è altro modo in cui un bambino piccolo possa fare quello che ha fatto J.T.. Penso che abbiamo la responsabilità di dire alle persone che i miracoli esistono”.

 

Condividi
Commenta
Questa storia ha come tag:
angeli
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni