Religione

Nostra Signora di Guadalupe: 23,5 gradi di consolazione

La Terra è inclinata sul suo asse di 23,5° in relazione al sole – la stessa angolazione della testa della Madonna sulla tilma!

Nostra Signora di Guadalupe: 23,5 gradi di consolazione

God

Sicuro. Pregherò per te”, ho detto al mio amico, un avvocato diventato poi seminarista che doveva affrontare un esame importante il giorno dopo. Lottare con un corso di Metafisica e studiare per l’esame finale lo aveva riempito d’ansia. Il giorno dopo era la festa di Nostra Signora di Guadalupe. Guidando per andare a lavoro quella mattina, ho fatto come sempre il mio piano per la giornata, e facendolo ho ricordato la promessa di pregare per il mio amico.

Potevo recitare una rapida preghiera lì in macchina, ho pensato, o andare in un posto speciale…

Il Santuario di Nostra Signora di Guadalupe di Des Plaines, in Illinois, si trova ad appena dieci chilometri dal mio ufficio, ma non c’ero mai andato, e allora ho deciso di recarmi lì nella pausa pranzo e di affidare il mio amico seminarista alla Madonna.

La mattinata al lavoro si è rivelata più impegnativa di quanto pensassi. Il mio lavoro include varie responsabilità a livello di curriculum per le scuole di Park Ridge (Illinois). Uno di questi compiti è la gestione del curriculum di Scienze, che include lezioni di Astronomia (lo dico solo per far capire meglio cos’è poi accaduto durante la mia visita al santuario).

Quando sono arrivato era l’una meno un quarto. La temperatura era di -3°, e il cielo era limpido e azzurrissimo. Ho chiesto a un passante di indicarmi la direzione del Santuario, e presto mi sono ritrovato in fila con qualche migliaio di pellegrini giunti lì per le celebrazioni della festa. Il tempio era illuminato dal sole, e l’aria si è fatta improvvisamente tiepida. I pellegrini offrivano agli operatori del tempio bouquet di fiori colorati, che venivano posizionati intorno alla replica della tilma, il mantello su cui è apparsa l’immagine della Madonna.


LEGGI ANCHE: 3 fatti scientificamente inspiegabili sull’immagine di Guadalupe


Il luogo era invaso dal silenzio. All’improvviso ho ricordato perché ero lì. Ho alzato gli occhi verso la tilma e mi sono ritrovato ad aprire il mio cuore alla Vergine, raccontandole del mio amico seminarista e della sua ansia per gli esami finali. Poi le ho parlato delle mie preoccupazioni, menzionando ciascuno dei miei cari. In seguito mi sono guardato intorno. Migliaia di altri pellegrini facevano la stessa cosa: aprire il cuore all’unica Madre. Eravamo tutti suoi figli, ed eravamo tutti giunti lì per stare con lei.

Ho guardato di nuovo la tilma. Il rivestimento di vetro rifletteva il sole proprio dove avrei visto la testa di Maria. Anziché vedere il suo volto dolcemente inclinato su un lato, riuscivo a vedere solo il bagliore del riflesso. Ho notato che il bagliore della luce che irradiava dall’alto del sole riflesso aveva la stessa inclinazione della sua testa. Ho scattato una fotografia, ricordando un elemento di base dell’astrofisica. La Terra è inclinata sul suo asse di 23,5° rispetto al sole.

Tornando verso il parcheggio ho guardato il sole, e ho visto lo stesso bagliore verticale inclinato verso la Terra. Ho scattato un’altra foto, chiedendomi di quanti gradi si inclini la testa la Madonna della tilma.

Il giorno dopo ho deciso di controllare. Usando una versione digitale dell’immagine della Madonna come vista sulla tilma originale, ho tracciato una linea dritta verticale che parte dalla sommità della testa, poi un’altra che passava per l’angolo dell’inclinazione della testa. Ho messo un goniometro sul punto in cui si intersecavano le due linee. 23,5°!

Il mio disegno era rudimentale e la mia conoscenza dell’astronomia solo basica. In quel momento non sapevo che un’altra persona, il dottor Juan Hernández Illescas, aveva già fatto questa scoperta nel 1981, e mi sono chiesto cosa potesse significare.

Ho sentito vari commentatori speculare sul fatto che l’inclinazione della testa della Madonna stia a indicare la sua umiltà, e potrebbe benissimo essere, ma ora ho una nuova idea sulla questione: dalla sua posizione in cielo e vestita di sole, Nostra Signora di Guadalupe orienta il suo sguardo di 23,5° per catturare tutto dell’umanità – un’umanità che si è “inclinata” lontano da Dio. Con tutti i suoi figli ora in piena vista, chiama tutti e ciascuno: cristiani e musulmani, protestanti e cattolici, atei e deisti, spiritualisti New Age, induisti, buddisti ed ebrei. Ci invita ad aprirle il nostro cuore.


LEGGI ANCHE: Le 13 figure negli occhi della Madonna di Guadalupe


Se Nostra Signora di Guadalupe ha un messaggio centrale, è quello di farci sapere che tutto il mondo ha una madre, e se questo è vero, allora il figlio che ha dato alla luce – come mostrato sulla tilma – viene a noi in questo periodo come il Salvatore di tutto il mondo. L’Incarnazione. Dio diventa uomo. Cosa può consolare più di questo?

D’ora in poi ricorderò sempre la festa di Nostra Signora di Guadalupe come i miei 23,5 gradi di consolazione.


[Ignatius Press ha diffuso di recente un libro intitolato Guadalupe Mysteries, che approfondisce i vari elementi astrologici dell’immagine della Madonna, inclusa l’inclinazione della testa, nonché altri fenomeni collegati alle apparizioni di Guadalupe]

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

framtider

A.J. Clishem

è poeta, educatore e membro della classe di formazione diaconale 2018 della diocesi di Joliet (Illinois, Stati Uniti). Per consultare ulteriori articoli e poesie dell'autore, catholicverse.wordpress.com
Pubblicità
Pubblicità
LOADING...