Relazioni

3 errori che non devi commettere con i tuoi sentimenti

Le ferite del cuore rimangono…

3 errori che non devi commettere con i tuoi sentimenti

@DR

Una delle cose più belle al mondo è esprimere, con parole e gesti, il bene che si vuole per gli altri. Ne sei in grado? Oppure devi ancora imparare a farlo? Presta attenzione a tre errori – nella fase in cui i sentimenti si sviluppano e maturano – che potrebbero far affondare te e chi ti sta intorno:

1. Reprimerli

Gioia, paura, nostalgia, rabbia, impazienza… Sai esprimere questi sentimenti? Forse ti è stato detto (o te ne sei convinto da solo) che sarebbe meglio non sentirli né mostrarli… in pratica agire come se fossi un robot.

Ma i sentimenti sono importanti. Saperli esprimere è la chiave per una vita sana. Evitarli, reprimerli, fare come se non ci fossero – invece – è la strada che porta ad una vita di sofferenza: agitazione, debolezza, depressione, amarezza…

“Le repressioni provocano uno stato di forte angoscia che, a sua volta, si traduce in tensione e agitazione permanente. In una vita di conflitto costante. Se non si inverte la rotta, la repressione dei sentimenti impedisce un sano sviluppo della personalità”, spiega José Kentenich, come citato nel libro Nuestra vida afectiva.

Le ferite del cuore rimangono. Le carezze non fatte, le gioie non celebrate e le lacrime non condivise, invece, non tornano.

2. Cercare delle compensazioni

Cioè sostituire, con un comportamento sbagliato, l’impulso che si vuole evitare di esprimere. È facile tendere a combattere i sentimenti non assimilati – senso di colpa, solitudine, paura, preoccupazioni, etc. – “lavandosene le mani”. Chi ha paura potrebbe tendere ad aggrapparsi ad un insieme di regole per non correre rischi, e chi sfugge all’amore potrebbe far proprie delle ideologie per razionalizzare i sentimenti…

Stare sempre attaccati al cellulare o lavorare più del dovuto per evitare delle conversazioni profonde potrebbe essere l’inizio di un problema. Possono inoltre comparire delle punizioni implicite, come “se tu non mi parli, non lo farò neanche io”.

3. Non riconoscere le proprie colpe e i propri limiti

egoismo - amore di se - abbraccio

Se sei umano sei imperfetto, hai le tue debolezze e commetti errori. Se non lo comprendi, devi toglierti la maschera e fare un percorso di umiltà. Quanto danno si compie nascondendosi e giustificando sempre i propri limiti! In qualsiasi relazione personale, se non si ammette la propria colpa e non si chiede perdono, i sentimenti non potranno mai svilupparsi correttamente.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]