Aleteia

Muore per 20 minuti, si sveglia all’improvviso e racconta di essere stato davanti a Gesù

CBSFDW
Condividi
Commenta

Qualunque cosa sia avvenuta, i medici non sanno spiegarla

Zack Clements, di Brownwood (Texas, Stati Uniti), si è sentito male durante una lezione di ginnastica a scuola e ha avuto un arresto cardiaco sorprendente per tutti, visto che il 17enne era uno sportivo e aveva abitudini sane.

Il suo cuore si è fermato per venti minuti. Il ragazzo è stato portato d’urgenza in ospedale, dov’è rimasto per tre giorni in una specie di coma, dal quale si è poi svegliato all’improvviso come se nulla fosse accaduto.

Ma la cosa più sorprendente doveva ancora arrivare.

Quando si è svegliato, Zack ha riferito ai genitori, Billy e Theresa, quello che era successo nei venti minuti in cui era stato clinicamente morto.

Ha raccontato di aver visto un uomo con i capelli lunghi e la barba e di aver riconosciuto in lui le sembianze di Gesù. L’uomo gli avrebbe messo la mano sulla spalla dicendogli che sarebbe andato tutto bene.

Qualsiasi cosa sia accaduta a Zack, il fatto è che i 20 lunghi minuti di arresto cardiaco e l’improvviso recupero dei battiti del giovane hanno colpito i medici che lo hanno assistito, che non sanno spiegare cosa gli sia accaduto e soprattutto come possa essere sopravvissuto all’assenza di battito cardiaco.

Nella più scettica delle ipotesi, ciò che è evidente è che la vita ha molta più forza di quello che immaginiamo in genere – e merita di essere rispettata, preservata e curata con ogni sforzo, anche quando recuperarla sembra ormai impossibile.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Questa storia ha come tag:
gesù cristo
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni