Aleteia

Solo una cameriera trattava bene quell’uomo burbero. Lui è morto e il suo testamento è stato una sorpresa

Little Things, via Best of Web
Condividi
Commenta

“Un sorriso sul volto può essere l'unico gesto di bontà che molte persone vedranno in alcuni momenti della vita”

La cameriera Melina Salazar, che lavora presso il ristorante Luby di Brownsville (Texas, Stati Uniti), è stata sempre educata con tutti i clienti, ma ce n’era uno piuttosto difficile. Walter Buck, 89 anni, veterano della II Guerra Mondiale, era descritto come brusco, esigente e burbero, e voleva tutto a modo suo.

L’unica che aveva ancora la pazienza di servirlo era Melina, che portava i pasti esattamente come li voleva Walter, senza lamentarsi e sempre con un sorriso sulle labbra. Le altre cameriere si rifiutavano semplicemente di servirlo.

Quando il veterano ha smesso di frequentare il ristorante, Melina si è accorta della sua assenza ed è andata alla ricerca di informazioni. Quando ha scoperto il nome di Walter nella sezione dei necrologi del giornale locale è rimasta malissimo.

La cameriera era stata una delle poche persone che avevano dimostrato bontà nei confronti dell’anziano nei suoi ultimi giorni di vita, ma l’ha saputo solo qualche giorno prima del Natale 2008, quando un’altra notizia l’ha lasciata senza parole.

Il veterano di guerra defunto le aveva lasciato parte della sua eredità: l’equivalente di circa 48.000 euro e una macchina! Lei praticamente non lo conosceva, ma lui l’aveva conosciuta abbastanza da voler ricompensare una generosità che ben pochi gli avevano dimostrato senza aspettarsi qualcosa in cambio.

Non sappiamo mai cosa sta accadendo nella vita di qualcuno per far sì che si comporti in quel modo”, ha affermato Melina commentando l’accaduto.

La cameriera la cui bontà è stata inaspettatamente ricompensata ne ha approfittato per esprimere un desiderio: che gli altri camerieri sappiano che prestare il loro servizio con un sorriso sul volto può essere l’unico gesto di bontà che molte persone avranno in alcuni momenti della loro vita, forse in tutta la vita.

La ricompensa non sarà ogni volta monetaria, ma ci sarà sempre.

Noi cristiani dovremmo testimoniarlo al mondo in modo più chiaro.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Questa storia ha come tag:
cultura incontrogenerosita
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni