Aleteia

Il nuovo corto della Pixar per affrontare le paure

Pixar
Condividi
Commenta

Un piccolo omaggio che Alan Barillaro ha voluto fare a tutti gli appassionati della Pixar. Perché Piper è solo un cortometraggio di presentazione, proiettato prima del film “Alla ricerca di Dory“, ma come tutte le immagini della casa di animazione ha la potenza straordinaria di un grande messaggio nascosto fra le imprese di un piccolo protagonista (The Huffington Post, 3 novembre).

UNA VITA BELLA E FATICOSA

Il corto racconta le prime ore di vita di un piccolo piovanello, Piper, alle prese con le prime difficoltà. Il piovanello è un uccello che raggiunge appena i 20 centimetri di altezza. La sua vita? Bella ma anche faticosa. In estate trascorre gran parte del suo tempo sulle coste nell’estremo Nord, mentre in inverno molti uccelli migratori raggiungono la Nuova Zelanda o l’Australia. Sempre alla ricerca di cibo, si nutre di insetti, molluschi, poche sostanze vegetali (Corriere della Sera, 3 novembre).

L’IMPATTO CON IL MARE

Nel cortometraggio, invitato da sua mamma ad avvicinarsi all’oceano, Piper non ha alcun timore e si incammina tranquillo verso la riva incurante della potenza dirompente di quelle onde che da lì a poco lo avrebbero travolto e spaventato. Per Piper la questione si chiude lì: impossibile per lui pensare anche solo all’ipotesi di provare a riavvicinarsi al mare (Il Giornale, 3 novembre).

IL DESIDERIO DI SCOPRIRE COSE NUOVE

Ma, come spesso accade, arriva un momento in cui la vita ti pone di fronte a una scelta con sfide e paure che vanno inevitabilmente affrontate. E se al pressante richiamo della fame si aggiunge anche la curiosità e il desiderio di scoperta, ecco arrivato per Piper il momento di mettere da parte qualsiasi timore per provare a superare quelli gli apparenti ostacoli insormontabili. È così la paura si fa da parte e la scoperta si fa magica.

La storia di Piper è un vero e proprio augurio e un sostegno per tutte gli ostacoli che sembrano insormontabili, ma che diventano minori se non si perde di vista la meta da raggiungere.

Questa storia ha come tag:
cortometraggioPaurepixar
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni