Spiritualità

Come ha influito sugli angeli la resurrezione di Cristo?

Non sono “spettatori passivi” del grande evento pasquale, al contrario...

Come ha influito sugli angeli la resurrezione di Cristo?

Public domain

La presenza degli angeli in tutta la vita di Nostro Signore è un aspetto che la Sacra Scrittura sottolinea apertamente: dall’incarnazione all’ascensione, la vita del Verbo incarnato è circondata dall’adorazione e dal servizio degli angeli (cfr. Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 333)

In questo senso, i Vangeli ci mostrano la presenza dei santi angeli nell’evento che è al cuore della nostra fede: la morte e resurrezione di Nostro Signore.

Gli angeli chiedono alle donne che sono andate a cercare il corpo di Gesù al sepolcro: “Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risuscitato” (Lc 24, 5-6).

Questo annuncio degli angeli dell’evento fondamentale per la nostra fede dev’essere compreso all’interno del ruolo che questi occupano nel mistero della salvezza.

Ricordiamo i grandi annunci che si riferiscono in modo espresso e diretto alla persona di Gesù, il primo dei quali è quello di San Gabriele Arcangelo alla Madonna: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te” (Lc 1, 28). “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa, perché quel che è generato in lei viene dallo Spirito Santo” (Mt 1,20), dice l’angelo a San Giuseppe.