Famiglia

La piccola Abigail morirà presto. La sua vita è un dono

Impressionante reportage fotografico di una famiglia con una bambina malata terminale

Abigail ha la sindrome di Down e soffre di un tumore cerebrale. I medici ritengono che sottoporla alla chemioterapia sarebbe fatale per la piccola.

Dolore? Sicuramente. Molto dolore. Ma soprattutto amore. I suoi genitori, Erika e Stephen Jones, e la sorellina Audrey si prendono cura di Abigail in casa mentre aspettano la fine, pregando, vivendo al massimo il tempo che hanno a disposizione per stare con lei e ringraziando per il dono della vita di questa bambina.

Perché la vita è un dono, SEMPRE. Ed è sempre degna di essere amata, anche se fa male, come dimostra questo album di famiglia.

Niente in lei è uno sbaglio, un errore. È perfetta in ogni senso, e calza perfettamente nella nostra famiglia. È stata progettata proprio per noi”, ha affermato il papà al quotidiano The Mighty.

Molti pensano che sia una situazione tragica, e a volte lo si crede davvero, ma i momenti gioiosi sono più numerosi di quelli tristi”.

Il reportage completo può essere letto su UPSOCL. Le immagini sono state riprodotte da Aleteia con il permesso dell’autrice, Mary Huszcza, che ha affermato di desiderare “che la gente veda la bellezza e la speranza che esistono nonostante il dolore e la tristezza”.

Erika e Stephen hanno affermato che quello che Dio direbbe loro in questo momento è questo: “Resistete e sperate. Abbiamo la tendenza di prepararci al peggio, ma la realtà in genere è diversa e molto migliore di quella che immaginiamo. Amerete la vostra bambina, anche se è diversa. Sopravvivrete alla sua malattia e anche alla sua morte. La vita è una splendida danza di gioia e dolore”.

Questo slideshow richiede JavaScript.